Et expecto resurrectionem mortuorum

Et exspecto resurrectionem mortuorum
et vitam venturi sæculi

Nell’odierna Commemorazione di tutti i fedeli defunti è opportuno tenere bene in mente le parole del Credo, che ci ricordano una verità oggi incredibilmente accantonata (se non talvolta totalmente taciuta o negata): la resurrezione che, se meritevoli, ci attende.

ad te omnis caro veniet.

Attingiamo quindi al Catechismo – basta anche il più recente – per riflettere e corroborare la nostra spes beatae resurrectionis.

988 Il Credo cristiano – professione della nostra fede in Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, e nella sua azione creatrice, salvifica e santificante – culmina nella proclamazione della risurrezione dei morti alla fine dei tempi, e nella vita eterna.

989 Noi fermamente crediamo e fermamente speriamo che, come Cristo è veramente risorto dai morti e vive per sempre, così pure i giusti, dopo la loro morte, vivranno per sempre con Cristo risorto, e che egli li risusciterà nell’ultimo giorno. Come la sua, anche la nostra risurrezione sarà opera della Santissima Trinità:

«Se lo Spirito di colui che ha risuscitato Gesù dai morti  abita in voi, colui che ha risuscitato Cristo dai morti darà la vita anche ai  vostri corpi mortali per mezzo del suo Spirito che abita in voi» (Rm 8, 11). 

990 Il termine «carne» designa l’uomo nella sua condizione di debolezza e di mortalità.  La «risurrezione della carne» significa che, dopo la morte, non ci sarà soltanto la vita dell’anima immortale, ma che anche i nostri « corpi mortali » (Rm 8, 11) riprenderanno vita.

991 Credere nella risurrezione dei morti è stato un elemento essenziale della fede cristiana fin dalle sue origini. «Fiducia christianorum resurrectio mortuorum; illam credentes, sumus – La risurrezione dei morti è la fede dei cristiani: credendo in essa siamo tali»:

«Come possono dire alcuni tra voi che non esiste  risurrezione dei morti? Se non esiste risurrezione dai morti, neanche Cristo  è risuscitato! Ma se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra  predicazione ed è vana anche la vostra fede […]. Ora, invece, Cristo è  risuscitato dai morti, primizia di coloro che sono morti» (1 Cor 15, 12-14.20).

Questa voce è stata pubblicata in Teologica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...