Il bivio tra assurdo e mistero

Quante volte ci tocca sentire gli attacchi degli intellettuali razionalisticheggianti, che tacciano i credenti di illogicità e di assurdità. Il tutto nasce in realtà da un loro gravissimo fraintendimento di cosa sia veramente la ragione, confusa appunto con il razionalismo, ossia l’ideologica, pregiudiziosa e fanatica affermazione dell’unicità di un determinato uso della ragione per poter attingere la verità. Codesti pensatori superiori non si accorgono così di cadere loro nell’assurdo, in quanto invischiati in continue e insuperabili aporie proprie della sola attività raziocinante. Del resto viene ripetuto spesso che l’ateismo si rivela essere quasi sempre una forma di fanatismo.

Affrontando la questione fondamentale che, prima o poi, ciascuno di noi deve porsi davanti con coraggio per dare un corso coerente alla propria vita, ecco allora che l’uomo si trova di fronte a un bivio tra lo smarrimento nell’assurdo, limitandosi vilmente (e auto-ingannandosi) alla propria piccolezza, e l’accettazione del mistero, che proprio dall’accettazione della fallibilità umana deriva la necessità di apertura alla trascendenza.

L’uomo si trova dunque al bivio tra l’assurdo e il mistero: il dilemma in fondo è uno solo. La scelta fondamentale e inevitabile, alla quale ogni pensiero, ogni atto, ogni momento va reso coerente, è tra una chiara ed evidente insignificanza di tutto e una nascosta e trascendente significazione.

O, se si vuole, tutto il discorso è una dimostrazione «per assurdo» che il solo atteggiamento spirituale conciliabile con la sopravvivenza della razionalità è quello di disporsi ad accogliere il mistero, ad aspettare che qualche rivelazione venga a colmare la nostra radicale insufficienza, a desiderare che ci sia data qualche impreveduta salvezza.

(Giacomo Biffi, La bella, la bestia e il cavaliere, Chiarificazioni, Accordando la chitarra, p. 57)

Questa voce è stata pubblicata in Teologica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...