Giù dai colli

Oggi 31 Gennaio la Chiesa Cattolica ricorda San Giovanni Bosco, uno dei pilastri che ci hanno sorretto in questi tempi bui e, apparentemente, senza speranza. Essendo una figura amatissima e presente ancor oggi in mezzo a noi grazie alle innumerevoli opere salesiane (scuole, oratori, seminari), non mi dilungo nel ricordare la sua caratura magnifica. Pur essendo consapevole dell’approssimazione e della mondanità che contraddistingue alcuni salesiani dei nostri giorni, conosco per esperienza diretta l’efficacia contagiosa dei molti che, proprio come San Giovanni Bosco, riescono a unire l’attenzione pastorale verso i giovani con un perfetto rigore dottrinale. Per questo dobbiamo continuamente pregare il Santo, approfondirne la figura e cercare, nel nostro piccolo, di imitarla.

A mo’ di piccolo omaggio a questo Santo glorioso, riporto quello che è probabilmente il canto salesiano più celebre.

San Giovanni Bosco

GIÙ DAI COLLI

Giù dai colli un dì lontano

con la sola madre accanto

sei venuto a questo piano

dei tuoi sogni al dolce incanto.

Ora, o Padre, non più solo

giù dai colli scendi ancora,

dei tuoi figli immenso stuolo

t’accompagna a tua dimora.

Don Bosco ritorna tra i giovani ancor,

ti chiaman frementi di gioia e d’amor. (x 2)

Sul tuo colle appare, o Santo,

la casetta di famiglia.

Meraviglia: or vedi accanto

grande tempio, grande altare.

Ci ricorda il tuo natale,

i tuoi sogni, il tuo lavoro.

La sua guglia in alto sale,

custodisce un gran tesoro.

(rit.)

Da ogni parte osserva, o Padre,

quanti giovani in preghiera.

Tu li affidi a dolce Madre

perché ognuno arrivi a sera.

Oltre i mari, oltre i monti

t’invochiamo, Padre santo.

Fino agli ultimi orizzonti

lieto echeggia il nostro canto.

(rit.)

 

Strofe 2 e 3 alternative:

Sì, ritorna sorridente:

l’opra tua il mondo acclama;

ora è vita rifulgente

quel che fu già solo e brama!

Torna e guarda: a mille a mille

Stanno i figli all’opre intenti;

l’ore scorrono tranquille

tra il lavoro e i concenti!

(rit.)

Da ogni parte osserva, o Padre,

quanta gente a Te si dona:

di fanciulli immense squadre

fanno dolce a Te corona!

Oltre i mari ed oltre i monti

chiara splende la tua persona;

fino agli ultimi orizzonti

il tuo nome echeggia e suona.

(rit.)

Questa voce è stata pubblicata in Universale e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...